Il Vino Nobile di Montepulciano

vino nobile montepulciano   vino nobile montepulciano  guida turistica in toscana

Storia del “Vino Nobile”


Il connubio tra Montepulciano e il “Vino Nobile” affonda le radici nella notte dei tempi. In questa area della Toscana, perfetta armonia tra patrimonio artistico e paesaggistico, nascono vini di eccezionale pregio: il documento più antico riferibile al vino di Montepulciano è del 789, quando il chierico Arnipert offrì alla chiesa di San Silvestro (o di San Salvatore) a Lanciniano sull'Amiata, un pezzo di terra coltivata a vigna posta nel castello di Policiano.

degustazioni in cantina

Il prestigioso Vino Nobile


Il prestigio del Vino Nobile è stato ben documentato fin dall'Alto Medioevo, quando “i vigneti di Mons Pulitianus” producevano vini eccellenti e, alla metà del 1500, Sante Lancerio - cantiniere di papa Paolo III Farnese - celebrava il vino di Montepulciano in quanto “perfettissimo tanto il verno quanto la state odorifero…”: lasciatevi guidare dai wine specialist, in una degustazione del Vino Nobile di Montepulciano.

Le “Cantine Aperte”

Anche a Montepulciano, alcuni giorni dell’anno vengono dedicati all’evento “Cantine Aperte”. Le cantine propongono un servizio di vera e propria ristorazione, con l’opportunità di degustare i propri vini e di acquistare prodotti tipici direttamente dal produttore. Ci sono anche aziende agricole che aprono le loro porte, con visite guidate nei vigneti e in cantina.

F. Redi e il “Bacco in Toscana”

Francesco Redi, insigne non solo quale medico e naturalista ma anche come poeta, nel suo ditirambo "Bacco in Toscana" del 1685 esaltò i migliori vini della Toscana, affermando che “Montepulciano d’ogni vino è Re”. E, probabilmente, fu proprio grazie al poema di F. Redi che si deve la predilezione di Guglielmo III Re d’Inghilterra per questo vino.

Degustazione di Vino Nobile

L'Enoliteca Consortile a Montepulciano permette di degustare i vini di tutte le aziende associate tramite un format di degustazione, ad assaggio o con calice, in completa autonomia grazie agli innovativi Wine Dispenser utilizzabili con una card ricaricabile. La degustazione sarà illustrata da personale specializzato, alla scoperta dei vini DOCG di Montepulciano.

montepulciano: il vino nobile

Wine tasting a Montepulciano

Il 1 luglio 1980, il Nobile di Montepulciano è divenuto il primo vino in Italia a potersi fregiare delle fascette della Denominazione di Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.).

vino nobile montepulciano — Il primo vino DOCG

Il Disciplinare di produzione attualmente vigente indica le caratteristiche del Vino Nobile di Montepulciano: vitigno Sangiovese, denominato a Montepulciano “Prugnolo Gentile”, per un minimo del 70%.

cooking class montepulciano — Vitigno Sangiovese

Possono, inoltre, concorrere fino ad un massimo del 30% i vitigni complementari a bacca rossa, nonché i vitigni a bacca bianca purché non superino il 5%. La resa massima per ettaro di vigneto è di 80 quintali di vino.

vino nobile montepulciano Vino Nobile di Montepulciano

Il Vino Nobile può essere immesso in commercio soltanto dopo due anni di maturazione (tre per la Riserva) e, comunque, dopo aver superato rigidi controlli compiuti da una commissione ministeriale.

cooking class montepulciano — Degustazione di Vino Nobile

visite guidate private

Prenota la tua guida turistica, scopri la Toscana

Accedi ai servizi, scegli la competenza


Contatti