Cosa vedere a Cetona: tour guidato

cosa vedere cetona   cosa vedere cetona  guida turistica in toscana

Cetona: un borgo da vedere


Cosa vedere a Cetona? Si tratta di un piacevole borgo di piccole dimensioni, situato ai piedi dell’omonimo monte, ai limiti della Valdichiana. Di origine etrusca, il suo impianto urbanistico risale alla fase di dominazione senese di epoca medievale (XV secolo) e al successivo periodo mediceo.

Il borgo è costituito da due cerchi concentrici, ovvero le antiche mura difensive, che circondano l’ampio spazio centrale in cui sorge la Rocca. Cetona è anche un importante sito archeologico, il bosco e l'argilla attirarono i primi insediamenti umani già dalla preistoria (40.000 anni fa): in tal senso, una cosa da vedere sono le grotte di Belverde.

cosa vedere cetona

Cetona e piazza Garibaldi

cosa vedere nel borgo

La cosa che colpisce di più, arrivando nella piazza Garibaldi di Cetona, è vedere la sua monumentale grandezza rispetto al piccolo borgo. E' un lungo rettangolo, un po’ sproporzionato rispetto all’abitato, che ogni sabato mattina ospita il mercato rionale. È circondata dall'antico Palazzo Vitelli, dalle Logge, dalla chiesa di San Michele Arcangelo e dall'ex chiesa della Santissima Annunziata. Il mio consiglio è... sedersi in piazza, sorseggiare un buon caffè e godersi la placida atmosfera, prima di fare una lenta passeggiata lungo le stradine lastricate di pietra, chiamate "coste".

cosa vedere cetona

Il Museo Civico di Cetona

tour guidato al museo

Una cosa da vedere a Cetona è sicuramente il Museo Civico. La strada che sale a sinistra dalla Torre del Rivellino (via Roma) ci conduce al Museo, dove si documentano le fasi dell'insediamento umano sul Monte Cetona, dal Paleolitico alla fine dell'età del Bronzo.
Le sue grotte sono state abitate dall'uomo di Neanderthal, che ha lasciato gli utensili di pietra scheggiata e i resti degli animali cacciati. Un intenso popolamento della zona si ebbe nel corso del II° millennio a.C., soprattutto a Belverde, sul fianco orientale della montagna: le grotte sono una cosa da vedere.

cosa vedere cetona

Il Parco di Belverde

zona archeologico-naturalistica

Oltre al museo, a Cetona è possibile vedere il Parco Archeologico Naturalistico di Belverde, caratterizzato da alcune cavità come la grotta di San Francesco e gli antri del Poggetto e della Noce, un tempo utilizzate come luoghi di sepolture e di culto. Il Parco è un luogo da vedere: circa 40.000 anni orsono, le grotte erano frequentate da umani. A breve distanza dall’area archeologica c'è l’Archeodromo di Belverde, un percorso didattico che completa il quadro delle attività legate al museo di Cetona. Le ambientazioni, le strutture e i manufatti riprodotti, si ispirano alle fasi della preistoria.

Cosa vedere vicino Cetona

Il borgo di San Casciano Bagni


Alle pendici del Monte Cetona troviamo l'antico borgo di San Casciano dei Bagni. Durante il tour guidato, potrete apprezzare la felice combinazione tra vegetazione incontaminata e acque termali, che ha dato fama al suo territorio sin dalla preistoria, favorita anche dalla vicinanza alla via Francigena e alla via Cassia.

Sono molte le tracce etrusche rinvenute a San Casciano Bagni, tra queste il ritrovamento della necropoli di Balena, mentre la testimonianza di Orazio fa risalire la fondazione dei Fonti Clusinii (antico nome di San Casciano) al lucumone di Chiusi, Porsenna.

percorsi con visita guidata

Tour guidato di San Casciano

Cosa vedere a San Casciano

Il tour guidato parte da piazza Matteotti, subito fuori dalle mura, ottimo punto panoramico e inizio della visita al borgo di San Casciano Bagni. In fondo alla piazza, troviamo la porta principale per accedere al centro storico e, in breve, si raggiunge la Collegiata di San Leonardo. La chiesa risale al XIII - XIV secolo, ha un bel portale in facciata e alcune notevoli opere al suo interno, come l’Incoronazione della Vergine e Santi di Francesco Oriolo (1490 circa). A sinistra della Collegiata c'è l’oratorio di Sant’Antonio e, poco oltre (su via Tuzia), l’oratorio della Concezione: una piccola cappella cinquecentesca, con affreschi di Niccolò Circignani, detto il Pomarancio.

I dintorni di San Casciano

Ciò che colpisce del borgo è la presenza di un Castello turrito neo-gotico che, in realtà, è stato eretto solo agli inizi del '900. Il dedalo di stradine di San Casciano Bagni rivela un antico impianto medievale, con i resti della cinta muraria ma, nel tour guidato, è prevista la visita alla chiesa medievale di Santa Maria ad Balneas: il nome attesta come, nel Medioevo, fosse qui documentata la presenza di acque curative.
La chiesa, fra le più antiche pievi della diocesi di Chiusi, sarebbe stata edificata sui resti di un tempio pagano nel IV-V secolo ed è elencata in una Bolla del Papa Celestino III del 1191.

Terme di San Casciano Bagni

Si contano più di 40 bagni termali a San Casciano, noti per le proprietà terapeutiche e fruibili sia attraverso strutture attrezzate, sia per mezzo di vasche ad accesso libero: le più famose sono proprio le “terme libere" di San Casciano, che testimoniano la presenza degli antichi Romani. Le più note sono quelle di Bagno Grande e Bagno Bossolo, chiamate anche i “vasconi”: per raggiungerle, basta scendere a piedi un tratto della collina, a poche centinaia di metri dal borgo. San Casciano dei Bagni ha mantenuto l'antica vocazione termale e vanta alcune tra le Spa più prestigiose, scelte da personalità del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo.

visite guidate private

Prenota la tua guida turistica, scopri la Toscana

Accedi ai servizi, scegli la competenza


Contatti